CICLO
PFU

CICLO
PFU

TUTTE-ONDA-1BIS

PFU: OVVERO
PNEUMATICI FUORI USO

Ogni anno in Italia circa 350.000 tonnellate di pneumatici arrivano a fine vita, diventando PFU (Pneumatici Fuori Uso). La normativa ambientale ne vieta il conferimento in discarica e impone, al contrario, che siano recuperati. Il decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006 in particolare ha introdotto il criterio della responsabilità estesa del produttore (Producer responsibility).

Significa che produttori e importatori sono tenuti a provvedere alla gestione di quantitativi di PFU pari agli pneumatici immessi nel mercato nazionale, calcolata rispetto all’anno precedente. Tra gli obblighi di legge, anche quelli di svolgere attività di ricerca, sviluppo e formazione. Ma come si recupera uno pneumatico a fine vita? Esistono due soluzioni.

PFU: OVVERO
PNEUMATICI FUORI USO

Ogni anno in Italia circa 350.000 tonnellate di pneumatici arrivano a fine vita, diventando PFU (Pneumatici Fuori Uso). La normativa ambientale ne vieta il conferimento in discarica e impone, al contrario, che siano recuperati. Il decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006 in particolare ha introdotto il criterio della responsabilità estesa del produttore (Producer responsibility).

Significa che produttori e importatori sono tenuti a provvedere alla gestione di quantitativi di PFU pari agli pneumatici immessi nel mercato nazionale, calcolata rispetto all’anno precedente. Tra gli obblighi di legge, anche quelli di svolgere attività di ricerca, sviluppo e formazione. Ma come si recupera uno pneumatico a fine vita? Esistono due soluzioni.

  • Image
  • Image
  • Image

LA SCELTA DI GREENTIRE:
RECUPERO DI MATERIA

Uno PFU può essere sfruttato come combustibile, oppure come risorsa da cui recuperare materiali utili per realizzare nuovi oggetti. Greentire da sempre privilegia questa seconda opzione e si assicura che gomma, fibre tessili e metallo siano avviate al riutilizzo. Le applicazioni sono numerose: asfalti speciali o bitumi, campi da calcio in erba artificiale, piste di atletica, aree gioco per bambini, arredo urbano e molto altro.

Bruciare gli Pneumatici Fuori Uso per produrre energia, se avviene in impianti autorizzati, è legale. Ma la scelta di Greentire è di prendere in considerazione questa strada solo in ultima e residuale istanza. La quasi totalità di PFU ritirati da Greentire è avviato al recupero di materia, un risultato possibile grazie a un’esperienza che ha convinto un numero crescente di soci a condividere questa scelta di sostenibilità.

LA SCELTA DI GREENTIRE:
RECUPERO DI MATERIA

Uno PFU può essere sfruttato come combustibile, oppure come risorsa da cui recuperare materiali utili per realizzare nuovi oggetti. Greentire da sempre privilegia questa seconda opzione e si assicura che gomma, fibre tessili e metallo siano avviate al riutilizzo. Le applicazioni sono numerose: asfalti speciali o bitumi, campi da calcio in erba artificiale, piste di atletica, aree gioco per bambini, arredo urbano e molto altro.

Bruciare gli Pneumatici Fuori Uso per produrre energia, se avviene in impianti autorizzati, è legale. Ma la scelta di Greentire è di prendere in considerazione questa strada solo in ultima e residuale istanza. La quasi totalità di PFU ritirati da Greentire è avviato al recupero di materia, un risultato possibile grazie a un’esperienza che ha convinto un numero crescente di soci a condividere questa scelta di sostenibilità.

  • Image
  • Image
  • Image

QUANDO UNO PNEUMATICO
DIVENTA UN RIFIUTO?

Anche se non è più utilizzabile su strada, il ruolo di uno pneumatico non è concluso. Quando non è possibile ricostruire il battistrada, o se il veicolo che li monta è avviato alla demolizione, diventano Pneumatici Fuori Uso, o PFU. È l’avvio di un ciclo che li porterà a diventare qualcosa di molto diverso da un rifiuto.

GlI PFU sono prelevati e lasciano le attività dove sono stati prodotti: gommisti, rivenditori, officine e stazioni di servizio autorizzate alla sostituzione degli pneumatici. Quindi sono depositati in aree di stoccaggio temporaneo e infine conferiti ai consorzi incaricati della loro gestione. L’intero ciclo è finanziato dal contributo ambientale, pagato attraverso l’acquisto di nuovi pneumatici.

QUANDO UNO PNEUMATICO
DIVENTA UN RIFIUTO?

Anche se non è più utilizzabile su strada, il ruolo di uno pneumatico non è concluso. Quando non è possibile ricostruire il battistrada, o se il veicolo che li monta è avviato alla demolizione, diventano Pneumatici Fuori Uso, o PFU. È l’avvio di un ciclo che li porterà a diventare qualcosa di molto diverso da un rifiuto.

GlI PFU sono prelevati e lasciano le attività dove sono stati prodotti: gommisti, rivenditori, officine e stazioni di servizio autorizzate alla sostituzione degli pneumatici. Quindi sono depositati in aree di stoccaggio temporaneo e infine conferiti ai consorzi incaricati della loro gestione. L’intero ciclo è finanziato dal contributo ambientale, pagato attraverso l’acquisto di nuovi pneumatici.